Percorso:
Il libretto regionale e i servizi del percorso nascita PDF Stampa E-mail
Valutazione attuale: / 0
ScarsoOttimo 

Servizi a sostegno della donna in gravidanza alt

Per la consegna del libretto e la presentazione dei servizi disponibili, l’Azienda Sanitaria di Firenze ha predisposto un incontro illustrativo gratuito per la donna con un’ostetrica. A questo incontro viene consigliato di partecipare in prima persona invece di utilizzare la delega.
Il primo passo è quindi prenotare l’incontro con l’ostetrica: si può fare telefonicamente contattando Call Center  oppure di persona presso un Cup Territoriale aziendale richiedendo un appuntamento per "accesso libretto gravidanza" fatta eccezione per i consultori della Zona Mugello per i quali non sono cambiate le modalità di consegna dei libretti Consultori Zona Mugello
In questa fase non vi verranno date informazioni ma solo fissato un appuntamento.

 Nel corso dell’incontro con l’ostetrica:

  • viene consegnato il “Libretto Regionale della Gravidanza”, con gli esami proposti gratuitamente nel corso della gestazione, ne viene spiegato il significato e l’utilità;
  • possono essere prenotate le indagini (pap test, consulenza per la diagnosi prenatale, ecografie...);
  • vengono presentati i servizi consultoriali per il percorso nascita;
  • si possono prenotare le visite ostetriche-ginecologiche presso l’ambulatorio consultoriale;
  • vi è la possibilità di essere prese in carico dal team delle ostetriche e seguite dall’ambulatorio della gravidanza normale;
  • viene fornita informazione sulla legislazione vigente a tutela della maternità;
  • vi è la possibilità di fare domande e avere informazioni aggiornate per poter scegliere in modo consapevole sul percorso di gravidanza.

 E’ consigliato fissare l’incontro nella zona dove si desidera ricevere i vari servizi (è comunque possibile prenotare presso qualunque sede dell’ASL 10 abilitata).

 

Cosa portare all’incontro:

Si ricorda che per la consegna del libretto è necessario portare il risultato positivo del test di gravidanza eseguito in laboratorio, oppure un certificato medico che attesti la gravidanza oppure una ecografia ostetrica  (occorre lasciarne una fotocopia); il documento di identità e la tessera sanitaria (in alternativa l’STP per straniere senza tessera sanitaria). Per le donne italiane non residenti in Toscana è necessario richiedere il domicilio sanitario o ricorrere alla richiesta del medico curante.

 

In caso di delega:

Nel caso di impossibilità a presentarsi di persona il delegato deve portare anche i documenti di identità di entrambi e delega scritta. E’ comunque possibile richiedere un incontro informativo tra ostetrica e gestante in un altro momento.

 

Ultimo aggiornamento Mercoledì 15 Aprile 2015 13:05