Percorso: Home
PDF Stampa E-mail

testatarassegnastampa

 

Comunicato Stampa

 

 

MUSEO DELLA SANITA’ PISTOIESE PROSEGUONO I LAVORI

CAMBIANO I PERCORSI INTERNI

Scritto da Daniela Ponticelli, mercoledì 15 febbraio 2017

Pistoia – Da venerdì prossimo (17 febbraio) si accede all’interno del vecchio ospedale del Ceppo di Pistoia solo dall’ingresso principale, quello posto al centro del monumentale loggiato. Da lì i cittadini una volta entrati nell’atrio dove si trova il Cup, potranno proseguire il percorso, opportunamente segnalato, passando dai vecchi locali della neurologia per poi attraversare il corridoio di collegamento e poter raggiungere l’uscita di viale Matteotti. Lo stesso percorso sarà indicato da viale Matteotti per recarsi verso piazza Giovanni XXIII.

Lo spostamento delle percorrenze interne si è reso necessario per proseguire ulteriori lavori relativi alla realizzazione del progetto “Museo della Sanità Pistoiese. Ferri per curare”.

Nella parte storico-monumentale dell’antico complesso ospedaliero sono, infatti previsti ulteriori ampliamenti sempre collegati alle opere di restauro e riorganizzazione degli spazi museali, secondo il progetto presentato dalla Azienda Sanitaria e finanziato attraverso i contributi Por Creo Fers 2007-2013 legati ai Piani integrati di sviluppo urbano sostenibile (PIUSS) promossi dalla Regione Toscana, per i quali l’Amministrazione comunale ha rivestito il ruolo di capofila dell’intervento.

Si ricorda che il progetto dell’Azienda Sanitaria denominato Restauro dell’antico Ospedale del Ceppo, si è articolato in numerosi interventi. Sono stati restaurate le facciate esterne e i tetti delle corsie di San Jacopo e Sant’Atto; è stato recuperato il loggiato monumentale e delle parti ceramiche del fregio robbiano (capolavoro della scultura rinascimentale, fra le opere più note ed emblematiche della città e sicuro punto di riferimento del turismo culturale internazionale). Inoltre sono stati realizzati i lavori di restauro e riallestimento dell’antica corsia ospedaliera di San Jacopo, già sede dell’Anticamera e dell’Accademia Medica Filippo Pacini, che dopo un’integrale catalogazione scientifica ha recuperato la ricca collezione storica dei ferri chirurgici (270 pezzi fra strumenti completi e loro accessori) appartenuti alla Scuola medica pistoiese, la cui istituzione si data al 1666 anche se, presumibilmente, già attiva da anni.

SANITA PISTOIA

 

 

 

 

 
logoareastampa
 

bottone fondazione