Percorso: Home
PDF Stampa E-mail

testatarassegnastampa

 

Comunicato Stampa

 

COMUNICATO STAMPA CONGIUNTO AUSL TOSCANA CENTRO/COMUNE DI FUCECCHIO

 

Scritto da Maria Antonietta Cruciata e Carlo Paci, mercoledì 9 agosto 2017

UN CASO DI TUBERCOLOSI POLMONARE NEL COMUNE DI FUCECCHIO

NEI PROSSIMI GIORNI GLI ACCERTAMENTI PER I VENTIDUE BAMBINI E I QUATTRO ADULTI INTERESSATI E GIA’ CONTATTATI

 

 

EMPOLI Un caso di Tubercolosi polmonare si è verificato nel Comune di Fucecchio. Si tratta di una bambina di 20 mesi, residente a Empoli, che fino al mese di luglio scorso ha frequentato un asilo nido nel Comune di Fucecchio. Il personale dell’unità funzionale Igiene Pubblica e Nutrizione della zona Empoli dell'AUSL Toscana Centro è prontamente intervenuto per l'inchiesta epidemiologica e la messa in atto dei necessari provvedimenti di prevenzione. In particolare, in collaborazione con i pediatri di famiglia di Fucecchio, e in raccordo con l’unità operativa Malattie Infettive dell'azienda ospedaliera Meyer di Firenze, tutti i contatti del nido sia bambini che adulti (personale del nido) sono stati avvisati e nei prossimi giorni saranno sottoposti ai necessari accertamenti. Tali accertamenti, come previsto dalle attuali linee guida regionali, nazionali e internazionali, consistono nello screening mediante test tubercolinico, seguito eventualmente da altri controlli che si rendessero necessari. I soggetti interessati sono 22 bambini, di età compresa tra i 21 e i 36 mesi circa, e quattro adulti.


"Abbiamo appreso con sorpresa questa notizia. Da parte del Comune c'è la massima collaborazione con l'Asl che si è prontamente attivata avviando tutti i protocolli previsti in questi casi - ha dichiarato il sindaco del Comune di Fucecchio Alessio Spinelli - L'amministrazione comunale intende rassicurare tutte le famiglie di Fucecchio: l'impegno dell'autorità sanitaria, così come il nostro, in questi casi è massimo".


Si ricorda che la Tubercolosi è una malattia infettiva provocata da un batterio (
mycobacterium tuberculosis o bacillo di Koch), che si trasmette da una persona ammalata mediante le secrezioni respiratorie emesse per esempio con colpi di tosse, starnuti etc... Il rischio più alto di trasmissione si ha in ambito familiare, o in comunità chiuse, per contatti stretti e prolungati con un malato, ovvero per coloro che per diverse ore al giorno e per più giorni abbiano condiviso luoghi chiusi con il malato.
Si precisa che la Tubercolosi si può curare con farmaci specifici, che determinano la guarigione completa.
L'Italia è un Paese a bassa incidenza di Tubercolosi, con un numero di casi inferiore a 10 ogni 100mila abitanti. Anche la Toscana da anni si mantiene su livelli di bassa incidenza.
Nel territorio Empolese Valdelsa e Valdarno Inferiore (ex Ausl 11) di competenza dell’AUSL Toscana Centro ogni anno si verificano mediamente circa 10-15 casi, che interessano soprattutto persone adulte: i casi notificati sono stati 9 nel 2015 e 14 nel 2016, mentre per l'anno in corso sono attualmente 7.

Per quanto riguarda i casi pediatrici, nel 2013 si sono verificati 2 casi di Tubercolosi in bambine che frequentavano scuole, sempre a Fucecchio: in tale occasione sono stati sottoposti a controlli oltre 50 alunni, senza riscontrare ulteriori casi di malattia conclamata.

 

Selezioni Servizio Civile Regionale


Banner 382 181 Meningite

Banner Basket Donare Sangue 382 181

bottone fondazione